Ricetta: Rame di Napoli

Lo so che le feste di inizio mese sono passate da un pò, ma ormai dovrebbe essere nota la mia bradipizzazione cronica..!  (H)

Dunque, oggi vi mostro i biscotti tipici che si trovano in Sicilia nel periodo di “ogni santi”, noti col nome di “Rame di Napoli”.

Stavolta ho fatto le foto durante la loro preparazione. Magari è un’abitudine che prenderò, chissà!

Siete pronti per la visione? Leggete tutto l’articolo! 

Iniziamo con gli ingredienti:

1 Kg di farina 00

150 gr di cacao amaro

400 gr di zucchero

100 gr di miele ( la varietà che preferite, io ho usato il millefiori)

20 gr di ammoniaca

150 gr di burro

600 gr di latte

6 cucchiaini di cannella

cioccolato fondente per la copertura

granella di nocciole, o di pistacchi, per guarnire

marmellata

Procediamo con la preparazione:

Unite il burro allo zucchero e mescolate per ottenere un impasto cremoso. Aggiungete il miele e continuate a mescolare.

In alto a destra nella foto c’è la bustina di ammoniaca. Non si trova in tutti i supermercati. Se doveste cercarla, sapete com’è fatta! 😉

Aggiungete il cacao amaro, stemperate con il latte e unitevi la cannella.

Io ho aggiunto anche  la buccia grattugiata di un’arancia e il risultato non è stato male!

L’aggiunta della farina è il momento più tragico: se prima  tutto è morbido, con la farina si trasforma in un impasto moolto denso. Io ho rotto addirittura il cucchiaio di legno…

Per ultima tocca all’ammoniaca. Attenti alle esalazioni…non sono affatto piacevoli!

Adesso impastate, impastate, impastate…

Ve l’ ho detto di impastare???

Se siete arrivati fin qui e non avete ceduto alla durezza dell’impasto, ce l’avete quasi fatta! Ormai il peggio è passato, non ci resta che infornare.

Con l’aiuto di due cucchiai iniziate a fare le forme dei biscotti, adagiandola sulla carta forno, o su una teglia di silicone come ho fatto io.

180° per 10 minuti (mio tempo classico per i biscotti, eh eh! (H) )

Scoperta: provando a “massaggiare” delicatamente le forme con le mani umide di acqua, prima di infornare, la superficie dei biscotti resta più uniforme. si può notare la differenza tra la prima e la seconda infornata.

Quando i biscotti si sono raffreddati, si possono scavare leggermente sulla sommità per riempirla di marmellata. Poi si procede ad una “colata” di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria e si guarnisce con granella di nocciole o pistacchi.

Io ho trovato la granella di riso soffiato e mi sono lasciata andare. Mi ero ripromessa di attenermi alla tradizione, vabbé, happens..!

Ecco qui il risultato finale:

E qualche piccolo zoom, giusto per gradire:

E come dico sempre, buon appetito!!!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.